ARCHIVIO ARTICOLI

ARGOMENTI

CALENDARIO

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

PROPOSTE – SPERIMENTAZIONE MUSICALE

Coordinato e diretto da Gabriella Cigolini (diplomata al Conservatorio di Torino in Musica corale, Direttore di coro e Prepolifonia)
Educazione ritmica

L’IMPORTANZA DELL’EDUCAZIONE MUSICALE DELL’INFANZIA: OBIETTIVI, FINALITÁ, SCOPI

Gli aspetti dell’educazione musicale quali la ritmica, la danza, l’interpretazione figurativa, l’ascolto, l’esecuzione, l’invenzione di musiche e canti, saranno supportati e sviluppati attraverso attività di ascolto, utili per il recupero dell’orecchio acustico che prevedono la scoperta, la conoscenza e il riconoscimento della realtà sonora che ci circonda, partendo dagli stimoli sonori esterni per arrivare a quelli del corpo. Inoltre, attraverso l’ascolto, si avrà la tendenza ad una maggiore capacità di concentrazione e di attenzione.
L’educazione alla voce si articolerà  nell’apprendimento di testi parlati e cantati, e attraverso l’esperienza di esercizi e giochi legati alla respirazione, alla riproduzione di suoni onomatopeici, ad attività che sviluppano l’apparato fonatorio e la capacità dell’utilizzo dello stesso. 
L’educazione ritmica sarà approfondita attraverso la scoperta e la riproduzione dei ritmi del corpo e dell’ambiente, che precederanno l’interpretazione corporea del ritmo, dal semplice battito di mani o di piedi per accompagnare un canto o un brano musicale, per arrivare all’uso di strumenti.

MOTIVAZIONI PEDAGOGICHE

  • La formazione globale della personalità del bimbo
  • L’interesse per le diverse attività presenti nella scuola
  • Un coinvolgimento vivacemente attivo del bambino
  • I possibili e necessari collegamenti con le altre attività, in modo tale che fosse possibile costruire itinerari di lavoro congruenti in cui i diversi momenti e le varie esperienze fossero collegate da un sostegno specificamente sonoro – musicale
Officina Musike
Lezione aperta

MOTIVAZIONE CURRICOLARE

Per questo tipo di proposta nasce l’esigenza di avere a disposizione indicazioni e contenuti tali da poter organizzare una proposta di curricolo musicale in modo che l’attività musicale non rimanga un’esperienza solo ludica da proporsi di tanto in tanto, ma che diventi anche un motivo di riflessione, di conoscenza, di coordinamento logico del pensiero attraverso l’organizzazione delle idee e dell’espressione. 
Nello stesso tempo sarà mantenuta e sottolineata non solo l’impostazione pedagogica, ma anche quella disciplinare per evitare che il discorso musicale esca dai suoi ambiti naturali e rischi di dilatarsi pericolosamente diventando solo un impreciso intervento motorio, grafico, sonoro. Perché l’esperienza sonora e musicale non si riduca in un semplice stimolo o provocazione.

ASSI FORMATIVI:

  • Linguistico – comunicazione verbale
  • Storico – ambiente
  • Scientifico – logica
  • Artistico – comunicazione non verbale
Primo pentagramma
Primi strumenti

ATTIVITÁ MUSICALE:

  • Educazione all’orecchio
  • Educazione alla voce
  • Educazione al senso ritmico
  • Sviluppo delle capacità di concentrazione e di ascolto
  • Sviluppo della creatività musicale
  • Sviluppo della capacità di interpretazione

ATTIVITA’ MOTORIA – TEATRALE:

  • Sviluppo della capacità di gestione del proprio corpo
  • Sviluppo della capacità di gestione dello spazio
  • Sviluppo della capacità di concentrazione e di ascolto
  • Sviluppo della capacità di comunicazione non verbale
  • Sviluppo della creatività espressiva
  • Sviluppo della capacità di interpretazione
Attività motoria teatrale